home
IL CORRIERE DELLA SERA
 
I templi del gelato romano
 

di Stefano Bonilli

Cominciamo dall'attuale numero uno, dalla migliore gelateria di Roma e dintorni, Il Gelato di San Crispino, dalle parti di piazza Zama, locale di recente apertura, gestito da due fratelli di Merano. Sono i migliori, perché alla fantasia uniscono materie prime freschissime e legate alla stagionalità, usano ricette perfette, hanno una enorme voglia di sperimentare e vi scodellano un gelato, per qualità, senza rivali. Certo, panna, crema, cioccolato sono lì che vi aspettano, ma non avrete certo fatto la strada per perdervi la crema di rhum con il Clement della Martinica, la fragola con fragoline di bosco campane, l'ananas. E fin qui sono bravi tutti. Ma se aggiungete che il frutto è perfettamente maturo e arriva dalla Cosa D'Avorio, allora capite che stiamo parlando di una gelateria particolare, per non parlare dello zabaione al Marsala, in questo caso De Bartoli riserva 1972.

- 11 luglio 1993 -

chiudi